• Contact Us
03 May 2022 | Ginevra

STMicroelectronics pubblica il 25° bilancio di sostenibilità

  • In linea per diventare carbon neutral entro il 2027 con oltre il 50% dell’elettricità acquistata proveniente da fonti rinnovabili
  • Il 69% dei nuovi prodotti identificati come ‘responsabili’

STMicroelectronics, leader globale nei semiconduttori con clienti in tutti i settori applicativi dell’elettronica, pubblica oggi il suo 25° bilancio di sostenibilità contenente i dati su performance e risultati del 2021. In collaborazione con clienti e partner, ST crea tecnologie innovative che apportano un contributo importante per superare le sfide ambientali e sociali con cui oggi si confronta il pianeta.

“Questo è il nostro 25° bilancio, una tappa molto significativa dopo le iniziative pionieristiche di ST in questo campo. Nel 2021 abbiamo continuato a ottenere solidi risultati in tutti i parametri chiave della sostenibilità, compresi i passi iniziali del nostro percorso per diventare carbon neutral nel 2027. Siamo decisi a fare ancora di più e ad accelerare i nostri sforzi complessivi in tema di sostenibilità al fine di creare tecnologie per un mondo sostenibile, in modi sostenibili, e generare valore a lungo termine per le nostre persone e tutti gli stakeholder,” ha detto Jean-Marc Chery, President & CEO di STMicroelectronics.

Nel 2021 ST si è dedicata attivamente, attraverso un approccio collaborativo, ai suoi impegni e programmi per la sostenibilità con l’obiettivo di creare un ambiente più sano, più sicuro e più inclusivo a favore delle persone e delle comunità e creare una crescita profittevole. Gli sforzi continuativi di ST in molte aree, descritte in dettaglio in questo bilancio, sono stati nuovamente riconosciuti nel 2021 con l’inclusione della Società negli indici DJSI World e Europe, così come in altre importanti classifiche e certificazioni internazionali per l’area ESG.

Tecnologia sostenibile
Le tecnologie e i prodotti di ST consentono ai clienti di migliorare la sostenibilità e cogliere opportunità grazie al continuo miglioramento dell’impronta sociale e ambientale della Società in tutte le fasi del ciclo di vita dei prodotti (Tecnologia sostenibile). Nel 2021:

  • il 69% dei nuovi prodotti sono stati identificati come ‘responsabili’ (approvvigionamento responsabile, progettazione ecocompatibile, standard EHS avanzati nella produzione, prodotti e applicazioni responsabili) rispetto al 63% nel 2020.
  • il 20% dei ricavi complessivi provenivano da prodotti responsabili(rispetto al 18,5% nel 2020).
  • il 37% delle vendite ha riguardato prodotti che puntano a una riduzione sostanziale dei gas a effetto serra (GHG) nell’intero ciclo di vita del prodotto ai sensi della tassonomia UE.

Percorso sostenibile
A dicembre del 2020, ST ha dichiarato il proprio impegno a diventare carbon neutral entro il 2027 (Energia e Cambiamento climatico) ed è in linea per raggiungere quell’obiettivo, avendo operato attivamente nel 2021 per ridurre la sua impronta ambientale:

  • Abbiamo ridotto le emissioni di GHG del 34% rispetto al 2018 in termini assoluti, nonostante la continua espansione della capacità produttiva di ST.
  • Abbiamo aumentato l’approvvigionamento di elettricità proveniente da fonti rinnovabili a oltre il 50% (rispetto al 43% nel 2020).
  • Abbiamo ridotto il consumo d’acqua del 16% (rispetto al 2020, per unità di produzione).
  • Il 90% dei rifiuti della Società vengono riutilizzati, recuperati o riciclati (rispetto all’88% nel 2020).

Nel 2021, un anno che ha ancora risentito dell’impatto della pandemia da Covid-19, ST ha mantenuto il suo sostegno ai 48.000 dipendenti in tutto il mondo, investendo allo stesso tempo nella sicurezza e nelle aree della diversità, dell’equità e dell’inclusione (Diversità, Equità e Inclusione):

  • Abbiamo continuato ad adottare le misure più restrittive per proteggere la salute e la sicurezza dei dipendenti al lavoro nei siti di ST per garantire la continuità delle attività, nel rispetto delle normative globali e locali.
  • Abbiamo ridotto il recordable case rate (infortuni correlati al lavoro ogni 100 dipendenti, per anno) con un indice record di 0,12 (0,14 nel 2020), un dato tra i migliori del settore.
  • Abbiamo raggiunto per la prima volta l’obiettivo di assumere il 30% di donne in posizioni di impiegatizie, ma dobbiamo ancora progredire per raggiungere l’obiettivo del 2025 del 20% di donne in tutti i livelli manageriali.
  • Nel 2021 abbiamo migliorato l’indice di coinvolgimento dei nostri dipendenti, l’83% dei quali raccomanda ST come un ottimo posto in cui lavorare (2 punti in più rispetto al 2020).

Azienda sostenibile
ST alimenta costantemente il suo “imbuto” dell’innovazione e dei talenti in tutti i suoi ecosistemi e comunità in collaborazione con partner accademici, privati e pubblici. Questo approccio collaborativo per una crescita profittevole consente a ST di sviluppare prodotti e soluzioni leader di mercato che abilitanoi suoi clienti ad affrontare le sfide di domani e alimentare la loro crescita futura:

  • Abbiamo investito il 13,5% dei ricavi (1,72 miliardi di dollari) in R&S a sostegno dell’innovazione.
  • Abbiamo continuato a investire in R&S e Open Innovation con una rete che oggi comprende 187 partnership accademiche e private in tutto il mondo, che operano attivamente per costruire il futuro.
  • 330 eventi e iniziative STEM hanno raggiunto oltre 69.000 studenti e insegnanti del programma ‘STEM your way’ della Società (Comunità e Education).

Il 25° bilancio contiene i risultati principali e informazioni dettagliate sulla performance 2021 di ST in termini di sostenibilità; presenta inoltre le aspirazioni e gli obiettivi a più lungo termine della Società in linea con i Dieci Principi e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile del Global Compact delle Nazioni Unite e la Science Based Target initiative (SBTi). È in linea con gli standard della Global Reporting Initiative (GRI), del Sustainability Accounting Standards Board (SASB) e della Task Force on Climate-Related Financial Disclosures (TCFD). Questo bilancio è stato verificato da un ente indipendente.

Il bilancio di sostenibilità 2022 (con la performance del 2021) può essere visualizzato qui https://sustainabilityreports.st.com/

Alcune informazioni su STMicroelectronics
In ST, siamo 48 mila creatori e costruttori di tecnologie a semiconduttore e governiamo la catena di fornitura nei semiconduttori con siti manifatturieri allo stato dell’arte. Come produttore indipendente di dispositivi lavoriamo con più di 200 mila clienti e migliaia di partner per progettare e costruire prodotti, soluzioni ed ecosistemi che rispondono alle loro sfide e opportunità, e alla necessità di supportare un mondo più sostenibile. Le nostre tecnologie consentono una mobilità più intelligente, una gestione più efficiente della potenza e dell’energia e il dispiegamento su larga scala dell’Internet of Things e della tecnologia 5G. ST è impegnata a diventale carbon neutral entro il 2027. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.st.com.

RELAZIONI CON GLI INVESTITORI
Céline Berthier
Group VP, Investor Relations
Tel: +41 22 929 5812
Celine.berthier@st.com

RELAZIONI CON LA STAMPA
Laura Sipala
Direttore relazioni pubbliche e con i media, Italia
Tel : +39 039 6035113
STMicroelectronics.ufficiostampa@st.com

1 I prodotti responsabili sono prodotti che forniscono benefici dal punto di vista ambientale e sociale.

2 Il regolamento Tassonomia è un sistema di classificazione verde che traduce gli obiettivi climatici e ambientali dell’Unione Europea (UE) in criteri per le attività economiche sostenibili.
https://ec.europa.eu/info/law/sustainable-finance-taxonomy-regulation-eu-2020-852_en

3 Il Global Compact delle Nazioni Unite chiede alle aziende di adottare, sostenere e applicare, nell’ambito della propria sfera di influenza, un insieme di valori fondamentali riguardanti i diritti umani, gli standard lavorativi, l’ambiente e la lotta alla corruzione. Per maggiori informazioni sul Global Compact delle Nazioni Unite: http://www.unglobalcompact.org/aboutthegc/thetenprinciples/index.html

4 La Science Based Targets initiative è un progetto nato dalla collaborazione tra CDP (Carbon Disclosure Project), World Resources Institute (WRI), World Wide Fund for Nature (WWF) e il Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC). Il suo scopo è stimolare le aziende a definire gli impegni per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra sulla base di dati scientifici al fine di conseguire gli obiettivi dell’Accordo di Parigi COP 21. All’iniziativa hanno già aderito oltre 1.000 aziende in tutto il mondo.